Cenni storici

Comune di Valle  sec. XIV - 1707

La località è citata nell’elenco delle terre del contado di Pavia del 1250 come Valide, in contea Lumellina (Soriga 1913). Negli Statuta Stratarum di Pavia del 1452 si legge nella Squadra di Lumelina, “Valide” (statuta stratarum). Nella relazione di una visita pastorale del 1460 risultano, nel paese, 60 case (Bergamo 1995). Nel 1462 il feudo viene dato dai Visconti a Lancillotto Beccaria, al quale si affiancheranno i conti Strada. Dopo di loro, caduti gli Sforza, sostiuiti dai francesi, seguiranno gli spagnoli che vi infeuderanno un certo Herrera che lascerà il feudo solo nel 1573 ai Litta. Nel 1566 il Comune partecipa alla congregazione che si tiene a Pieve del Cairo (Porqueddu 1980). Una nuova congregazione si svolgerà a Pavia tra il 4 e il 6 gennaio 1567, sono presenti tutte le 20 comunità, compreso Valle (Porqueddu 1980). Il 4 marzo 1573 Agostino Litta presta giuramento di fedeltà al re di Spagna, come duca di Milano, per i feudi di Gambolò nel Vigevanasco e Valle nella Lomellina, per esso acquistati dalla regia camera (ASTo, Inventario , n° 45). Nel 1620 Valle entra a far parte di una delegazione di 24 enti che delineano quelli che sono stati definiti “Statuti Lomellini” (Zucchi 1904). Il 16 aprile del 1640 ancora i fratelli Litta, Agostino e Cesare Alfonso, giurano fedeltà al re di Spagna, per Gambolò e Valle (ASTo, Inventario n° 45). Valle è incluso nell’elenco delle terre del stato di Milano, censite per fini fiscali da Ambrogio Opizzone (Opizzone 1644).

Comune di Valle 1707 - 1797

Nella relazione del 1 novembre 1707 dell’intendente generale Fontana, incaricato di censire i comuni della Lomellina dal duca di Savoia Valle conta 800 anime, il feudatario è il marchese Litta, abitante in Milano (ASTo, Paesi di nuovo acquisto). Fra le terre considerate vocali per metà risulta anche Valle, le terre vocali erano quelle che partecipavano alla congregazione generale per risolvere gli interessi della provincia (Malagugini 1911). ll comune, nella compartimentazione territoriale sabauda del 1723, fa parte della provincia Lomellina e dipende dalla prefettura di Mortara (regolamento delle provincie 1723). Nello stabilimento delle province del 3 settembre 1749 viene confermata l’appartenenza di Valle alla provincia Lomellina (stabilimento delle provincie 1749), Dal manifesto senatorio del 17 agosto 1750 si evince che il comune è incluso nel primo cantone della Lomellina (manifesto senatorio 1750). In seguito al nuovo censimento delle province del 15 settembre 1775 Valle è confermata, ancora, alla Lumellina (editto 1775).

Comune di Valle 1798 - 1814

Il primo decreto napoleonico del 1800 emanato per la Lomellina del 1800, nel quale si sancisce che il dipartimento dell’Agogna è diviso in 17 distretti, o circondari comunali, Mede è capoluogo del terzo distretto e Valle ne fa parte (legge 11 brumale anno IX). Con il decreto del 25 Fiorile 1801 invece, considerando che per l’attivazione delle prefetture, vice-prefetture e relativi corpi amministrativi è stata stabilita una nuova divisione dei dipartimenti e dei distretti, Valle è incluso nel secondo distretto di Vigevano, dipartimento dell’Agogna (legge 25 Fiorile anno IX). Nella compartimentazione territoriale del 28 aprile 1806 Valle ricade sotto il dominio napoleonico, nel dipartimento dell’Agogna, distretto di Vigevano, cantone quarto di Mede come comune di terza classe unito con Bordignana con popolazione di 1661 abitanti (compartimentazione 1806).

Comune di Valle 1815 - 1859

Con la compartimentazione del 7 ottobre 1814 Valle è inclusa nel mandamento di Sartirana, nella provincia di Mortara (regio editto 1814, ASCVo). Per mezzo del regio editto del 10 novembre 1818 “portante una nuova circoscrizione generale delle provincie de’ regi stati di terra-ferma”, Valle viene inserito nel mandamento di Sartirana, nella provincia di Lomellina (regio editto 1818, ASC Casei Gerola). Valle appartiene alla diocesi di Vigevano, divisione di Novara. Dipendente dal Magistrato di Appello di Casale, i suoi uffici di Intendenza, di Tribunale di Prima Cognizione, di Ipoteca e di Insinuazione sono quelli di Mortara, mentre possiede l’ufficio di Posta. Conta una popolazione di 2430 abitanti. (Casalis) Nella compartimentazione territoriale del 1859, 23 ottobre Valle, appartenente al circondario terzo di Lomellina, mandamento undicesimo di Sartirana, ha una popolazione di 3005 abitanti (decreto 1859).

Comune di Valle Lomellina 1859 - [1971]

In seguito all’unione temporanea delle province lombarde al regno di Sardegna, in base al compartimento territoriale stabilito con la legge 23 ottobre 1859, il comune di Valle Lomellina con 3.005 abitanti, retto da un consiglio di venti membri e da una giunta di quattro membri, fu incluso nel mandamento XI di Sartirana, circondario III di Lomellina, provincia di Pavia. Alla costituzione nel 1861 del Regno d’Italia, il comune aveva una popolazione residente di 3.039 abitanti (Censimento 1861). Sino al 1863 il comune mantenne la denominazione di Valle e successivamente a tale data il comune assunse la denominazione di Valle Lomellina (R.D. 15 marzo 1863, n. 1211). In base alla legge sull’ordinamento comunale del 1865 il comune veniva ammistrato da un sindaco, da una giunta e da un consiglio. Nel 1867 il comune risultava incluso nel mandamento di Sartirana Lomellina, circondario di Lomellina (Mortara) e provincia di Pavia (Circoscrizione amministrativa 1867). Popolazione residente nel comune: abitanti 3.407 (Censimento 1871); abitanti 3.939 (Censimento 1881); abitanti 4.200 (Censimento 1901); abitanti 4.129 (Censimento 1911); abitanti 3.603 (Censimento 1921). Nel 1924 il comune risultava incluso nel circondario di Mortara (Lomellina) della provincia di Pavia. In seguito alla riforma dell’ordinamento comunale disposta nel 1926 il comune veniva amministrato da un podestà. Popolazione residente nel comune: abitanti 3.325 (Censimento 1931); abitanti 3.396 (Censimento 1936). In seguito alla riforma dell’ordinamento comunale disposta nel 1946 il comune di Valle Lomellina veniva amministrato da un sindaco, da una giunta e da un consiglio. Popolazione residente nel comune: abitanti 3.362 (Censimento 1951); abitanti 3.065 (Censimento 1961); abitanti 2.568 (Censimento 1971). Nel 1971 il comune di Valle Lomellina aveva una superficie di ettari 2.711.